ANTONIO DE GREGORIO HOMECOMING : SARÀ IL NUOVO ALLENATORE DELL’UNDER 15

Era il 4 giugno 2020: Antonio De Gregorio lasciava – dopo otto stagioni in cui ne era stata la guida sicura, diligente e lungimirante – la Prima Squadra del Vanchiglia 1915.

Dopo due anni, da quella decisione sofferta, meditata e condivisa, oggi arriva la conferma del ritorno in panchina di quello che resta il “nostroallenatore, non fosse altro che per le sue caratteristiche tecniche e umane grazie alle quali incarna l’essere vanchigliese.

Un allenatore capace di condurre la nostra Prima Squadra – per la prima volta nella nostra storia – nel massimo campionato regionale: l’Eccellenza. Promozione ottenuta nella stagione 2017-2018, al termine di un campionato dominato dalla prima all’ultima giornata (e vinto con 5 giornate di anticipo) e che resterà una delle imprese sportive della gloriosa storia del Vanchiglia.

Senza contare gli anni passati nel Settore Giovanile granata alla guida dei 1992, portati alle fasi finali regionali nella categoria Allievi.

Adesso il ritorno alle origini: sarà la guida dell’Under 15 del Vanchiglia nella stagione 2022-2023.

Corsi e ricorsi storici, visto che uno dei suoi primi
incarichi come allenatore in prima fu proprio in sella agli allora Giovanissimi
(oggi chiamati Under 15) nati nel 1992.

Ecco le prime dichiarazioni a caldo di Antonio De Gregorio: “Non posso negare che la panchina mi è mancata, ma ho dovuto risolvere problemi organizzativi e logistici che non mi permettevano di onorare l’impegno con serietà e continuità. Adesso sono pronto e sono a disposizione della mia società e del nuovo direttore tecnico Vincenzo Manzo, con il quale vogliamo costruire insieme una squadra importante che possa portare avanti un progetto tecnico valido e identitario”.

Su quella che sarà la sua nuova squadra, il neo tecnico ha le idee chiare: “È un gruppo ben amalgamato e con discrete individualità, per loro è arrivato il momento di fare il salto di qualità, e spero di aiutarli e guidarli nel percorso di crescita. È una squadra che può e deve ritagliarsi un ruolo ben definito nel prossimo futuro”.

Bentornato a casa Antonio! Anche se non te eri mai andato…